MEGANAI | BANSHEE
MEGANAI

BANSHEE

by NICOLA ALTIERI

No, nessun demone, Banshee è una cittadina rurale della Pennsylvania, apparentemente placida e tranquilla, in cui tutti si fan gli affari propri, perché altrimenti arriva il cattivone di turno e ti bacchetta sulle mani ed il cattivone a questo turno è un bel po’ cattivone. Cosa succede se ad un tratto arriva un buono, che a ben vedere non è buono per nulla ma a qualcuno toccava il ruolo e lui s’è trovato al posto sbagliato nel momento migliore possibile? Ecco, Banshee è questo: uno scontro frontale non tra Bene e Male ma tra Male e Malissimo. Avete presente una vecchia pubblicità che recitava: “per l’uomo che non deve chiedere mai”? Banshee è una serie tv per l’uomo che prima di chiedere nel caso spara, si scola una bottiglia di whiskey e poi fa sesso con la moglie del morto, e non dico così per dire.
Un fumetto pulp, tutto carne e sangue, polvere da sparo e pugni in faccia, sudore e sesso: sappiate che per l’intera prima stagione il nostro eroe per caso farà sesso selvaggio almeno una volta a puntata e con almeno 4 donne diverse, o erano 5? Ah le donne, a Banshee le donne menano le mani, sanno quello che vogliono e se lo prendono e poi magari lo buttano anche. Ci sono anche gli Hamish, la mafia Russa e gli Indiani ma non quelli dei film con John Wayne, questi sono cattivi per davvero.
La serie tv più fintamente scema vi possa capitare di vedere, uno degli intrattenimenti testosteronici e di pancia più efficaci degli ultimi anni, una Lamborghini su una strada fangosa in accelerazione perenne, sempre sul punto di sbandare senza farlo mai.

Details

2 maggio 2014
CATEGORIA

Leave a Comment