MEGANAI | CHI-RAQ | Il ritorno di Spike Lee ai fasti perduti
MEGANAI

CHI-RAQ | Il ritorno di Spike Lee ai fasti perduti

by NICOLA ALTIERI

chi-raq spike lee

Dopo esser stato per troppo tempo assopito e perso esclusivamente nelle sue fissazioni polemiche, Spike Lee è tornato. Pungente e brillante come ai vecchi tempi ma nuovo nell’aggiornarsi alle dinamiche comunicative vuote ed ipercinetiche della contemporaneità 2.0.
Uno spaccato lucido e spietato della assurda ed intollerabile violenza quotidiana delle strade americane, messo completamente in rima in un riuscitissimo mix tra canoni Hip-Hop e connotazioni da tragedia greca. Un mash up che tra lirismo ed estetica sopra le righe trova la sua forza propulsiva in una verve ironica, spesso auto ironica, con un un piglio capace di trasformare la tragedia in commedia senza mai intaccarne la drammaticità ed elevando teatralità e caos a tratto distintivo e colonna portante, con la retorica messa a tempo ed urlata a squarciagola.

chi-raq spike lee

L’arte in fondo è anche questo: traslare la realtà, spingerla al paradosso, sforare il surreale e al contempo descrivere e riflettere sul reale più del reale stesso.
Quando sarebbe stato facile, puntuale e sacrosanto puntare il dito, Spike Lee si guarda allo specchio e recita un tremendo atto di auto accusa alla propria gente, prima ancora che alle istituzioni e al sistema di valori che domina gli Stati Uniti d’America.
Spike Lee ha fatto la cosa giusta, proprio quando serviva di più, proprio quando sembrava non più capace.

chi-raq spike lee chi-raq spike lee

 

Details

30 dicembre 2015
CATEGORIA