MEGANAI | FLYING LOTUS @ClubToClub 2012
MEGANAI

FLYING LOTUS @ClubToClub 2012

by NICOLA ALTIERI

Flying Lotus era l’evento del Club To Club di quest’anno, un nome il suo tra le “cose” musicali più a ragion veduta chiacchierate degli ultimi tempi. Un pubblico estasiato declama a più riprese la parola “futuro”, in ossequio al sottotitolo del festival ma anche alla diffusa sensazione di assistere a qualcosa di unico, non tanto per il pur interessante impianto visivo, a cui rimandiamo nel video allegato, quanto soprattutto per una proposta musicale fortemente identitaria e futuribile.

 

I tempi degli esordi, con il suo Hip-Hop imbastardito e contorto, di forte impronta Dilliana, hanno lasciato il posto ad un’ idea di suono globalizzante, in cui anime differenti convivono in una compressione di ritmi ed armonie pronte ad implodere ed esplodere con un approccio progressista e progressivo che colpisce per profondità. Uno show idealmente diviso in tre sezioni: una prima più di improvvisazione ed una seconda più incentrata sull’esecuzione di materiale proprio leggermente rivisitato, in cui in pieno spirito da gira manopole lavora su bozze e pattern da smontare e rimontare. Il risultato é piacevolmente spaesante: attitudine ed impronta Techno fanno da sfondo a ritmiche Electro e battute Hip-Hop dallo stile riconoscibile, il tutto infarcito da rumorismi elttronici che rimandano al periodo d’oro di quella Warp in cui Flying Lotus ha trovato la casa ideale.

 

 

Ultima parte dello show dedicata all’esecuzione di materiale altrui, reso spesso proprio dall’attitudine giocosa di cui sopra. Da una trascinante “Niggas In Paris” di Kanye West e Jay Z si passa al rapping in auto-tune di “Headlines” di Drake, saltando poi a “Backseat Freestyle” di Kendrick Lamar, tra i talenti più cristallini emersi di recente nel panorama Hip-Hop, l’eterea “Im God” di Claims Casino e la commemorativa “Intergalactic” dei Beastie Boys. Uno show ammaliante ma che aumenta ancor di più la sensazione espressa in sede di recensione di Untill The Quiet Comes: le sue creazioni sembrano essere solo un accenno di quel che potrebbero essere, tante e tali sono le idee contenute in una sola testa.

 

Details

13 novembre 2012
CATEGORIA

Leave a Comment