MEGANAI | JOHN CARPENTER | Lost Themes
MEGANAI

JOHN CARPENTER | Lost Themes

13 gennaio 2015
CATEGORIA

by NICOLA ALTIERI

John Carpenter…e si potrebbe anche smettere di dire qualsiasi cosa, tanta e tale è la visionarietà e la potenza espressiva dietro il suo nome e le sue immagini. Quelle immagini avevano anche un suono alle loro spalle, un suono identitario, perfettamente plasmato all’ estetica ed al racconto, capace di creare un’ atmosfera, un suono così intimamente connesso a quelle immagini da poter essere frutto solo dell’ideatore delle immagini stesse, e poco importava se l’ideatore in questione non sapesse nulla di composizione musicale.

 

Lost Themes nel provare ad immaginare scenari sonori per film inesistenti ha i suoi momenti, ricrea un’epica sonora nota ma sempre coinvolgente, ha però anche alcune cadute di tono ed una generale pulizia di suoni che stona con quelle sue tipiche atmosfere ruvide e notturne, indissolubilmente legate a delle immagini che qui non ci sono e questo forse rappresenta il vero grande problema percettivo che si ha nell’ascolto del disco.

 

Nonostante anche nei suoi momenti migliori risulti essere un insieme ben amalgamato di stereotipi sonori, messi in fila uno dopo l’altro, di quelli che hanno invaso un certo immaginario ed una certa fascinazione retrò dilaganti in questi anni, quel che emerge prepotentemente nell’ascolto è però una evocazione sonora, un ripercorrere all’indietro il tempo con l’urgenza del ristabilire le distanze, perché gli epigoni debbono sempre tutto ai pionieri ed i pionieri possono lasciar spazio solo a nuovi pionieri e l’unico orizzonte per una vera evoluzione è quello dato dalla rivoluzione.

 

LO STREAMING DEL DISCO: